Laboratorio di Teatro
Teatro Murialdo

Tema del Laboratorio:
LA GIUSTIZIA E LO STRANIERO (termine giuridico e termine biblico):
l'uomo fra gli uomini.

Obiettivi del laboratorio
Insegnare le tecniche di recitazione; lavorare su tematiche legate alla contemporaneità e alla spiritualità; migliorare la consapevolezza di sé; responsabilizzare se stessi come cittadini partecipi della vita sociale. Realizzare un Saggio finale che restituisca in forma di spettacolo il percorso affrontato.

Articolazione del laboratorio
Il tema del laboratorio, La giustizia e lo straniero, viene affrontato ponendo in parallelo gli scritti biblici alle responsabilità civili di ogni cittadino. Si analizzano e si interpretano in modo teatrale passi significativi legati alla giustizia civile e passi significativi legati alla giustizia intesa biblicamente.
Il tutto viene affrontato attraverso il mezzo teatrale.

Il progetto si articola in fasi:

  • La prima fase definisce gli elementi base della recitazione teatrale. Soprattutto ci concentreremo sulla Azione\Reazione, sul principio di Sguardo (interiore ed esteriore, ossia spirituale e materiale), e sull'immaginazione; affronteremo i principi della scena teatrale basandoci sul metodo derivato da Stanislavskij.
  • La seconda fase riguarda invece i temi del laboratorio: agli studenti vengono fatti leggere passi significativi della Costituzione Italiana e dell'Antico Testamento.
  • Gli vengono insegnate le tecniche di lettura: dare peso alle parole, immergersi nel senso del testo, nello spirito di chi l'ha scritto. E indagare sul significato profondo delle parole lette. In questo modo i ragazzi vengono stimolati mentre imparano tecniche di lettura.
  • La terza fase è creativa. Una volta apprese le tecniche e riflettuto sui passi, gli studenti vengono stimolati a creare dei brani teatrali tratti dai brani letti. Con il supporto degli insegnanti, gli studenti saranno portati a comprendere quali temi gli sono più vicini e come trasporli teatralmente. Ogni fase verrà curata dall'allievo: dalla scrittura alla recitazione. In tal modo si stimolano la creatività, la responsabilità, il lavoro di gruppoe la consapevolezza di sé.
  • IL SAGGIO FINALE. I brani vengono successivamente uniti per realizzare uno spettacolo messo in scena al Teatro Murialdo.

I Docenti
Il laboratorio teatrale è condotto da professionisti del settore.

Marina Bassani
Attrice diplomata all'Accademia dei Filodrammatici di Milano. Il suo è un teatro indipendente. Vive e lavora a Torino.
Ha ideato e messo in scena testi da lei composti come Aspettando Sam, sulla vita di Samuel Beckett, o ridotti e tradotti
Ho volato con l’angelo sulla vita di Karen Blixen, ha portato a Torino il teatro di Alan Bennett, fine umorista inglese,
porta avanti un discorso sul teatro della memoria, con testi come Yossl Rakover si rivolge a Dio ambientato nel ghetto di
Varsavia e La madre da lei tratto da Vita e destino di V. Grossman , ambientato durante la seconda guerra mondiale in
Ucraina sotto Stalin, e ha uno sguardo molto personale sulla donna e il teatro. Ultimo lavoro: le lettere della Marchesa
Costanza D’Azeglio da lei tradotte dal francese e recitate.
Collabora con giovani registi, con cui porta avanti un teatro di ricerca sui nuovi temi e nuove sensibilità.

Girolamo Lucania
Diplomato in Regia alla Scuola d'Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Ha collaborato e collabora con Gabriele Amadori, Kuniaki Ida, Fabrizio Montecchi, Massimo Navone, Jean Claude Penchenat, Serena Sinigaglia, Mimmo Sorrentino e Marina Bassani. Ha realizzato spettacoli far gli altri al Teatro Verdi, al Piccolo, al teatro di Ringhiera a Milano. È direttore artistico della rassegna teatrale Schegge. Ha diretto Marina Bassani nel monologo Costanza dei segreti, tratto dalle lettere di Costanza D'Azeglio, spettacolo per i 150 anni andato in scena al Teatro Astra.

Tempi e modi
Il laboratorio ha una durata complessiva di 20 lezioni da 3 ore ciascuna, per un totale complessivo di 60 ore di lezione.
A queste si aggiungono 24 ore di preparazione alla messa in scena.

Il totale dunque è 84 ore.
Le lezioni hanno cadenza settimanale.

Numero minimo di allievi: 10.
Numero massimo di allievi: 15.


Clicca qui per visualizzare il pdf.
Marina Bassani - Via A. Doria, 14 - 10123 Torino
Powered by EICON Torino